COVID-19: indicazioni su come affrontare l’emergenza.

Data l’attuale situazione di grande incertezza in merito alle nuove disposizioni d’urgenza nelle zone maggiormente colpite dal corona virus, lo Studio De Simone ritiene opportuno diffondere questa circolare per fare un po’ di chiarezza sulla situazione normativa del mercato del lavoro.

Il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020 estende la zona di sicurezza a tutto il territorio italiano. Ciò significa che è limitata la circolazione salvo comprovate (da autocertificazione) esigenze lavorative, mediche e di necessità. Sono state sospese, congelate o limitate alcune attività commerciali. Il testo unico sulla sicurezza (D.Lgs. n. 81/2008) prevede che il datore di lavoro abbia il dovere di tutelare i propri dipendenti limitandone al massimo il rischio di infortuni e malattie lavoro-correlate. In questo periodo di emergenza corona virus, il datore è tenuto a prevenire i rischi di esposizione dei lavoratori esposti al pubblico.

È pertanto consigliabile:

  • Verificare il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e valutare la possibilità, opportunità o necessità di inserire il rischio biologico;
  • Osservare le indicazioni del Ministero della Salute, circa i comportamenti da adottare per limitare i rischi di contagio;
  • Dotarsi, laddove possibile, di ulteriori dispositivi di protezione individuale, fornendo al personale dipendente adeguata informazione e formazione sul loro corretto uso, senza, di contro, alimentare la psicosi generale.

Gestione delle assenze e Smart working: come comportarsi?

I datori di lavoro sono invitati ad utilizzare il smart working oppure, ove ciò non sia possibile, a far fruire ai propri dipendenti .....

Pubblicata il
12/03/2020
Downloads 28