Novità: la manovra di Ferragosto

Dato il perdurare della crisi economica che ha investito i mercati europei ed internazionali, il nuovo DL n. 138/2011 ha introdotto nuove disposizioni che si aggiungono e completano – talvolta modificandole –aquelle già adottate (ed oramai definitive) con la precedente manovra correttiva. Il DL n. 138/2011 (c.d. manovra correttiva bisomanovra di ferragosto), ha anticipato la decorrenza di alcune disposizioni previste dal DL n. 98/2011 (c.d. manovra correttiva) e dalla corrispondente legge di conversione, quali il periodo di pensionamento delle lavoratrici, lo “sblocco” anticipato degli aumenti delle addizionali regionali e del taglio generale delle agevolazioni fiscali. Oltre a tali interventi “correttivi” con la manovra di ferragosto sono state adottate numerose disposizioni di risparmio e semplificazione, tra cui ricordiamo l’abolizione del SISTRI, l’estensione dell’ambito di applicazione della “Robin Hood tax” e l’istituzione del contributo di solidarietà, che prevede l’applicazione di un’aliquota del 5 e del 10% sui redditi delle persone fisiche che superano rispettivamente i 90.000 ei150.000 euro.

Pubblicata il
17/02/2020
Downloads 229