Apprendistato e agevolazioni nel 2021

Con l’articolo 15 bis del DL n. 137 del 28.10.2020, convertito in legge n. 176 del 18.12.2020 il legislatore ha introdotto alcune nuove disposizioni in materia di contratti di apprendistato, potenziando i benefici spettanti per le assunzioni operate nel corso dell’anno 2021. Nel dettaglio, secondo quanto previsto dai commi 12 e 13 del citato articolo 15 bis, per i contratti di apprendistato di primo livello per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, stipulati nell’anno 2021 viene riconosciuto ai datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze fino a 9 addetti, uno sgravio del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro, fermo restando d’aliquota del 10% applicabile per i periodi contributivi maturati negli anni di contratto successivo al terzo. Ricordiamo che a decorrere dal 01.01.2013 i datori di lavoro usufruiscono di una contribuzione a loro carico, per tutta la durata dell’apprendistato, pari al 11,61% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (mentre la quota a carico dell’apprendista è pari al 5,84%). Al termine del periodo di apprendistato l’agevolazione contributiva viene riconosciuta anche per i 12 mesi successivi. Da ultimo, la Legge di Bilancio 2020 (legge n. 160 del 27.12.2019) aveva potenziato il beneficio spettante per i contratti di apprendistato di primo livello per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, stipulati nell'anno 2020, prevendendo l’applicazione di un beneficio simile a quello introdotto per il 2021 ad opera del DL n. 137/2020. Di seguito illustriamo i benefici spettanti sulle assunzioni tramite contratto di apprendistato introdotte con l’articolo 15 bis del DL n. 137/2020.

Pubblicata il
12/02/2021
Downloads 296